Spiaggia di Randello, una riserva in riva al mare

riserva_spiaggia_dune_duna_randello_ragusa_punta_braccetto_scoglittiLa spiaggia di Randello è una lunga striscia di sabbia e dune chiusa in un’ampia insenatura tra Punta Braccetto e Scoglitti. Bagnata dal mar Mediterraneo e protetta da una vasta pineta, la spiaggia fa parte della Riserva naturale integrale Cava Randello, un’area protetta nel territorio del comune di Ragusa.

In passato è stata una riserva di caccia privata oggi è un polmone verde attrezzato aperto a tutti, è il posto giusto per un picnic, per fare sport o per godere di un po’ d’ombra prima di tuffarsi al mare. Questa oasi di eucalipti, cipressi, lecci e querce si estende per centocinquantasei ettari e custodisce alcune necropoli (V – II secolo a.C.) del parco archeologico di Kamarina.spiaggia_randello_ragusa_scoglitti_riserva_naturale
La spiaggia di Randello è considerata una tra le più belle d’Italia ed è stata inserita nella Guida blu 2014 del Touring Club. L’arenile è spesso coperto da conchiglie di tutte le forme e dimensioni, ed è protetto da dune e da un caratteristico reticolo di palizzate di canne. Non è la spiaggia più affollata della zona, perfetta per chi ama le spiagge incontaminate e cerca tranquillità. Alle estremità le scogliere di Punta Braccetto e di Scoglitti proteggono questa bellissima spiaggia fatta di sabbia dorata, mare cristallino e macchia mediterranea.

Negli ultimi anni, la spiaggia è stata difesa dal Comitato Randello Libera e da Legambiente che si sono opposti alla costruzione di un lido sulla spiaggia che rimarrà libera.

Come arrivare.
Il modo più semplice per arrivare alla spiaggia di Randello è attraverso l’ingresso della riserva sulla SP 85 (vedi mappa). Poco prima dell’ingresso gestito dal Corpo Forestale troverete due parcheggi dove è possibile lasciare l’auto, da qui si arriva in spiaggia percorrendo un sentiero di circa un chilometro all’interno della riserva. La spiaggia si può raggiungere anche da Punta Braccetto, raggiungete Piazza dei Tramonti e da lì potrete già vedere l’ampio arenile di Randello.

Lascia una risposta