Il Commissario Montalbano è l'acuto commissario di polizia di Vigata. Il personaggio, nato dalla fantasia di Andrea Camilleri, è un uomo testardo, dal carattere a volte scontroso ma senza dubbio onesto.
Nato il 6 settembre del 1950 è laureato in Giurisprudenza. A trent'anni iniziò la sua carriera in polizia diventando vicecommissario a Mascalippa, un piccolo paesino di montagna in provincia di Enna. Amante del mare visse con avversione il periodo in montagna e appena fu possibile si trasferì a Vigata. Vive in una villetta che si affaccia sul mare a Marinella.

Montalbano ha uno spirito solitario, a tratti selvatico, ama indagare da solo nonostante possa contare sul suo vice Mimì Augello e l'ispettore Giuseppe Fazio. Nel suo commissariato lavorano anche Agatino Catarella, goffo responsabile del centralino, e gli agenti Gallo e Galluzzo. Durante le sue indagini Montalbano collabora spesso con la bella Ingrid Sjostrom e il fidato giornalista Niccolò Zito. Figura importante nella sua vita è Adelina Cirrinciò. La domestica, madre di un ladruncolo che ha arrestato, prepara per lui gustosi piatti. Lui ottima forchetta apprezza e mangia con gusto.

salvo_montalbano_commissario_visit_vigata

Montalbano e la vita sentimentale

Salvo Montalbano è fidanzato, da lungo tempo, con Livia Burlando con cui vive un altalenante rapporto a distanza. Lei vive a Boccadasse (Genova) ma viene spesso a trovarlo a Vigata e nonostante le frequenti incomprensioni si amano molto. Uno dei motivi di lite tra i due è la presenza di Adelina che secondo Livia prima o poi lo avvelenerà per fargli pagare l'arresto del figlio.

Una buona forchetta!

Montalbano ama profondamente il cibo, soprattutto il pesce fresco e la pasta 'ncaciata di Adelina. I pasti sono per lui momenti sacri, quando mangia non parla, e viceversa. Ha successo con le donne e nonostante sia fidanzato gli capita spesso di subire il fascino femminile. Introverso com'è rifugge i media ed è privo di ambizioni, tenta in tutti i modi di opporsi alle possibili promozioni.

È un commissario abilissimo, scioglie complessi intrighi e sfugge alle trappole grazie al suo fine ingegno. Ha un forte senso per la giustizia e, a volte, la declina secondo un suo personalissimo senso. È sempre vicino ai più deboli e lontano dalla potente burocrazia.

Dai romanzi alla televisione

Il pubblico incontra il commissario Montalbano per la prima volta nel 1994 quando Andrea Camilleri pubblica il romanzo La forma dell'acqua. Fino ad oggi sono stati pubblicati 37 romanzi in cui è protagonista, tra questi non è incluso Riccardino, romanzo che Camilleri ha consegnato alla casa editrice e rappresenta l'epilogo delle vicende del Commissario. La data di pubblicazione non è nota.

Nel 1999 è stato trasmesso il primo episodio della fiction Il commissario Montalbano: Il ladro di merendine. Fino ad oggi sono state prodotte ventisei puntate, altre sono in lavorazione e usciranno nel 2016. La serie tv, prodotta dalla Palomar, viene trasmessa su Rai 1 (inizialmente su Rai 2) ed è diffusa in più di diciotto paesi in tutto il mondo. Sin dal primo episodio ha riscosso grande successo con picchi d'ascolto, in Italia, superiori agli undici milioni di spettatori. Si stimano oltre un milione di telespettatori in tutto il mondo.

Il commissario Montalbano su Rai.tv


Luca Zingaretti: Salvo Montalbano
Sonia Bergamasco: Livia Burlando (serie 10)
Katharina Böhm: Livia Burlando (serie 1-8)
Lina Perned: Livia Burlando (serie 9)
Cesare Bocci: Mimì Augello
Peppino Mazzotta: Giuseppe Fazio
Angelo Russo: Agatino Catarella
Marcello Perracchio: Dottor Pasquano
Isabell Sollman: Ingrid Sjöström
Roberto Nobile: Nicolò Zito