andrea_camilleri_visit_vigata_montalbano

Andrea Camilleri è un noto scrittore, sceneggiatore e regista di origine siciliana. A renderlo famoso sono stati i suoi romanzi, in particolar modo le indagini del Commissario Montalbano. Gran parte delle sue storie sono ambientate a Vigata, città immaginaria ispirata al suo paese natale, Porto Empedocle.

Gli esordi

Nato nel 1925, il 6 settembre come Salvo Montalbano, esordì a cinquantatré anni con il romanzo Il corso delle cose. Nel 1980 pubblica Un filo di fumo, primo romanzo ambientato a Vigata, e quattro anni dopo il romanzo storico La strage dimenticata. Segue un periodo di pausa lungo dodici anni. Ritorna a pubblicare nel 1992 quando esce La stagione della caccia, seguito l'anno dopo da La bolla di componenda. Nel 1994 dà alle stampe la prima indagine del Commissario Montalbano, esce La forma dell'acqua. L'anno seguente pubblica il Birraio di Preston, libro che sancisce il successo dello scrittore.

Il successo

Da questo momento in poi tutti i suoi libri saranno best seller e stazioneranno a lungo nelle classifiche dei libri più venduti in Italia. Sarà tradotto all'estero e dai suoi libri verranno tratti film e serie tv di successo. Il caso più significativo e la fiction Il commissario Montalbano, prodotto televisivo visto in tutto il mondo e tanto amato da diventare cult.

A rendere speciali i suoi romanzi è soprattutto la lingua usata. Camilleri inventa una lingua sua, nei suoi libri leggiamo un dialetto siciliano mischiato all'italiano. Il suono e la potenza espressiva ammaliano il lettore che si immerge nella sua prosa geniale.