Darinka, a piedi per l’Italia passando per il Ragusano

pubblicato in: Racconti di viaggio | 0

Sette mesi per attraversare tutta l’Italia, Darinka Montico ha viaggiato da sud a nord a piedi e senza soldi. Partita da Palermo ha fatto tappa anche nel Ragusano dove è rimasta incantata da Ragusa Ibla e dalla generosità della gente. Il 16 e 17 settembre ritorna a Modica e Scicli per presentare il libro che racconta il suo viaggio
Walkabout_Italia_WalkaboutItalia_darinka_montico_modica_ragusa_iblaPercorrere a piedi tremila chilometri e attraversare l’Italia senza un soldo in tasca, così ha deciso di viaggiare Darinka Montico, fotografa e viaggiatrice originaria di Baveno (VB). Il 21 marzo del 2014 il suo cammino è iniziato da Palermo per concludersi sette mesi dopo nel paese natale sul Lago Maggiore. Sola, senza soldi e con i piedi come unico mezzo di locomozione, Darinka ha camminato per l’Italia partendo dalla Sicilia e trascorrendo qualche giorno anche nella provincia di Ragusa: il capoluogo, Scoglitti, Modica e Ispica le tappe nel Ragusano.

Walkabout_Italia_WalkaboutItalia_darinka_montico_modica_luca_miglioreDopo anni trascorsi in giro per il mondo, Darinka è tornata in Italia per cominciare un nuovo viaggio che ha deciso di chiamare Walkabout Italia ispirandosi alla camminata in solitaria che gli aborigeni compiono nel deserto per riconnettersi con le origini e per conoscere se stessi. Le tappe sono state spesso decise a caso, ha scelto di non servirsi dei soldi per dormire e mangiare ma ha sfruttato i social network, il couchsurfing e soprattutto l’ospitalità degli italiani. «Ho iniziato il viaggio da Palermo perché volevo conoscere la Sicilia – ci racconta Darinka- ho scelto di fare un percorso non lineare quindi dopo qualche giorno nel Palermitano mi sono diretta verso la costa sud dell’isola e poi giù fino a Ragusa».

La provincia di Ragusa era fino a quel momento solo un punto sulla cartina, un luogo anonimo mai visto prima. «Sono arrivata a Scoglitti senza sapere il perché, non mi hanno spinto particolari motivazioni, ho scelto a caso ma una volta arrivata mi sono trovata benissimo», aggiunge la giovane viaggiatrice. La prima tappa in provincia è stata Scoglitti, il borgo marinaro di Vittoria, dove è stata ospite di una biologa marina: «lei è stata carinissima e mi ha raccontato molte cose del territorio, delle tantissime serre e dei pomodori invenduti e buttati. Dopo ho conosciuto e sono stata ospite di un ragazzo a Ragusa e sono rimasta incantata da Ibla, è spettacolare. Mi sono fermata per due giorni per godermela al meglio», ricorda sorridente.

Il viaggio di Darinka è poi proseguito verso Modica e Ispica. «Anche a Modica mi sono trovata molto bene, mi ha ospitato Luca un giovane fotografo con cui sono andata in giro a scattare foto. In passato ho studiato fotografia e ho apprezzato molto questo tour per la città, sono anche stata la sua “modella” e ho portato in giro con me le foto dei vicoli e delle chiese».Walkabout_Italia_WalkaboutItalia_darinka_montico_addolorata

A far scegliere Cava d’Ispica come tappa del viaggio è stato un annuncio su un sito di couchsurfing. La possibilità di dormire in una casa-grotta ha fatto percorrere a Darinka le strade che della Città della Contea portano verso l’antica Spaccaforno. «A Ispica sono stata ospitata di Brandt, un signore tedesco che vive in una grotta che ha adattato ad abitazione ed è circondata da un bel giardino. Brant è stato trascinato in Sicilia dalla moglie, dopo un po’ lei è tornata a casa mentre lui è rimasto perché nel frattempo si era innamorato del posto».

Il viaggio di Darinka non è solo segnato dalle città che ha attraversato ma soprattutto dalle persone che ha incontrato e che le hanno dato ospitalità permettendole di conoscere l’isola. «Ho visto posti indimenticabili ma porto con me soprattutto la generosità dei ragusani e i sogni delle persone che ho incontrato. Avevo sempre con me una scatola e quando conoscevo una persona nuova chiedevo di lasciarmi un sogno che io avrei custodito. Brandt mi ha raccontato di aver a lungo desiderato una casa piccola con un grande giardino, ora che è riuscito ad averla sogna di andare sull’isola di Pasqua. Sa bene di non avere le risorse per raggiungerla per questo scolpisce i grandi busti tipici dell’isola, porta l’isola nel suo giardino».Walkabout_Italia_WalkaboutItalia_darinka_montico

I chilometri percorsi in provincia di Ragusa hanno fatto conoscere alla viaggiatrice una terra ricca di bellezza, «non posso dire di conoscere bene la Sicilia ma se dovessi consigliare dei posti da vedere in provincia di Ragusa consiglierei Modica e Ragusa Ibla».

Walkabout Italia è diventato un libro, Walkaboutitalia. L’Italia a piedi, senza soldi, raccogliendo sogni, che Darinka sta presentando in giro per tutta penisola. «I ragazzi di Cicli Carrus mi hanno sponsorizzato con una bici di bamboo e ho deciso di ripartire e di tornare nei posti in cui mi sono trovata meglio per presentare il mio libro». La provincia di Ragusa è nuovamente nel suo itinerario, Darinka e la sua bici il 16 settembre saranno a Modica (Caffè Hemingway) e il giorno dopo a Scicli (Site mill_Mulino San Nicolò).

 

Le foto sono di Darinka Montico, la seconda foto in questa pagina è di Luca Migliore.

Lascia una risposta